parodontologia

La malattia parodontale (parodontite, piorrea) presenta, subito dopo la carie, la maggiore incidenza nelle patologie del cavo orale ed è la malattia che colpisce i tessuti che circondano il dente: la gengiva, l'osso che lo sostiene ed il legamento che lo ancora all'osso.
Il primo sintomo della parodontite è il sanguinamento, dovuto al deposito di placca batterica sulla gengiva. Se non rimossa, la placca, calcificando, diventa tartaro il quale aderisce tenacemente alla radice del dente, ne altera la superficie e non si è più in grado di rimuoverlo attraverso le comuni manovre di igiene orale domiciliare. Si formano le cosiddette tasche parodontali nelle quali, se non trattate, continuano ad accumularsi placca e tartaro con una progressione della malattia che porterà alla perdita del dente. 
In zone a valenza estetica può essere eseguita chirurgia mucogengivale per la ricostruzione dei tessuti molli, attraverso innesti connettivali.